Siete tra quelle persone che amano ascoltare musica ad alto volume o un vostro vicino vi disturba nelle ore meno appropriate mettendo canzoni a volume disturbante e volete sapere se ascoltare musica ad alto volume è reato? Bene, vi invitiamo a proseguire la lettura, cercheremo di fare chiarezza sulla questione e capire quando effettivamente diventa reato tenere il volume dello stereo troppo alto.

Iniziamo col dire che esiste un articolo del codice penale, il numero 659, che in modo abbastanza esplicito sanzioni chi disturba le occupazioni o il riposo delle persone utilizzando strumenti sonori.

Siccome parliamo di codice penale, si può capire come il rischio di prendere una condanna penale sia assolutamente concreta e nei casi più gravi si può arrivare all’arresto di tre mesi oltre che a una sanzione pecuniaria.

Chi ascolta musica ad alto volume disturbando il sonno o il riposo dei vicini, quindi, è soggetto a gravi conseguenze.

Ascoltare musica ad alto volume è reato

In materia si è espressa la Corte di Cassazione, terza sezione penale, con la sentenza n.55096/2016, che ha dichiarato inammissibile il ricorso del soggetto condannato in relazione a fatti accaduti all’inizio del 2013.

L’imputato aveva ripetutamente, in tempi diversi, abusato di strumenti sonori, anche in orario notturno, disturbando il sonno e le occupazioni dei condomini degli appartamenti sovrastanti e sottostanti.

Fino a che ora è possibile tenere la musica alta?

Molti credono che ci sia un orario in cui è ammissibile tenere la musica ad alto volume, ma in realtà non esiste nessun orario entro il quale i vicini di casa devono tollerare il fastidioso rumore.

Che sia la mattina, il pomeriggio o la notte, il rumore non può mai superare quella che viene definita la “normale tollerabilità”, si tratta di un criterio presente nel codice civile che, per quanto generico, permette di poter giudicare caso per caso.

Durante la giornata, comunque, il livello di “normale tollerabilità” è leggermente più alto rispetto la notte, per via del rumore di fondo della strada e del traffico, cosa che non avviene la notte, momento in cui è più facile svegliare i vicini.

I casi di problematica di alto volume sono numerosi, in particolare se ne riscontrano moltissimi nei condomini, dove le attività dei vicini disturbano facilmente altri vicini.

Cosa fare in caso di musica ad alto volume?

Se anche voi siete vittima di un vicino maleducato che ascolta musica ad alto volume disturbandovi il riposo e le attività quotidiani, potete segnalarlo alla polizia o ai carabinieri, chiedendo un pronto intervento.

Saranno la polizia o i carabinieri a recarsi presso l’abitazione del vicino e far cessare le molestie sonore; il vicino può sporgere querela a proprio nome, per ottenere anche una vera e propria punizione del colpevole.

Come abbiamo detto nel paragrafo precedente, una il codice penale punisce chi ascolta musica ad alto volume, per cui dopo aver sporto una querela, il vicino maleducato si ritroverà a fare i conti con la giustizia.

Per sporgere una denuncia penale non occorre il permesso di tutto il vicinato, anche un singolo individuo può farlo.